Posizionamento siti web Lombardia

In un mondo globalizzato come quello odierno, dove le notizie e le informazioni corrono velocissime su internet, diventa fondamentale per qualsiasi azienda, sia dalle più giovani start-up, che alle aziende più radicate nel mercato, avere un incontro rapido con il cliente.

Questo incontro non avviene più come una volta faccia a faccia, ma bensì su Internet.

Digitando pochissime parole su un qualsiasi motore di ricerca online (come Google, il più famoso, ma anche Bing! e Yahoo per citarne altri) il cliente entra immediatamente in contatto con aziende che offrono servizi di cui ha bisogno.

L’unico modo quindi per poter essere ancora competitivi in un mondo così digitalizzato è essere sopra agli altri e questo non solamente nel senso stretto della parola. 

Cosa significa?

E’ dimostrato ormai che oltre l’ottanta percento delle persone che cerca un servizio o un’informazione su internet si ferma alla prima pagina. Diventa quindi fondamentale essere in questa pagina ed essere sopra agli altri perché in questo modo aumentano in maniera esponenziale le probabilità che il cliente entri in contatto con la nostra società piuttosto che con quella avversaria.

Voi direte “bhè semplice, cosa costerà mai essere il primo risultato di Google?”
In realtà la faccenda non è proprio cosi facile.

Cerchiamo di renderla più chiara introducendo prima due concetti fondamentali e poi passando ai consigli veri e propri su cosa fare e cosa non fare.

Concetti chiave

Link Popularity

Parola inglese molto facile in realtà da capire, popolarità del link.
Cosa c’entra la popolarità con i siti di ricerca? C’entra eccome, anzi vi svelerò di più: è alla base del funzionamento di qualsiasi motore di ricerca.

Il concetto alla base in realtà è piuttosto semplice. Più siti linkano al vostro sito, più Google (o qualsiasi altro motore di ricerca) vi premierà facendovi comparire tra i primi posti quando il cliente cercherà quello che siete intenzionati a vendere.

Perché? La risposta sta proprio in quella famosa parola: popolarità. Se molti siti web rimandano al vostro, gli ingegnosissimi e complicatissimi algoritmi di Google capiranno che siete piuttosto conosciuto e validi in quel settore e quindi siete proprio ciò che il cliente cerca.

Posizionamento naturale 

Una volta capito che in realtà questi complicatissimi algoritmi di Google forse non sono poi così complicati e ingegnosi come sembrano, passiamo al punto chiave della situazione.

Con posizionamento naturale si intende proprio quanto spiegato nel punto precedente, se molti siti web rimandano al vostro, Google vi collocherà naturalmente in altro.

Con questo metodo potete essere sicuri di non subire scossoni e di non scendere su e giù nel motore di ricerca a seconda dei giorni o a seconda degli algoritmi.

 

Consigli

Il posizionamento naturale si ottiene solamente creando pagine ricche di contenuti e informazioni di qualsiasi genere esso sia.
Scrivete e spiegate cosa siete e che cosa fate, perché il cliente dovrebbe scegliere voi che fate mobili in Italia e non quell’azienda che fa mobili in India. Ah! Ricordatevi di essere sinceri, in un’era tecnologica come la nostra ha moltissimi pregi, ma il tutto potrebbe ritorcersi contro voi stessi. Se pubblicizzate una cosa non vera state certi che su forum o chat verrà fuori, facendo arrabbiare il cliente che non vi sceglierà più una seconda volta

Il controllo degli errori si divide in due parti. 

La prima parte è il classico controllo degli errori grammaticali all’intero del testo che pubblichiamo sul nostro sito. Qualsiasi client di scrittura ha ormai al suo interno un correttore ortografico che permette di analizzare automaticamente il testo e far comparire in bella mostra gli errori presenti, non vi è più quindi nessuna scusante per questo tipo! E poi dopotutto pensate la faccia del vostro cliente alla vista della parola “camicie”, potranno anche essere fatto a mano e di seta, ma la vostra attendibilità precipiterebbe inesorabilmente.

La seconda parte è il controllo degli errori su tutti i siti da voi linkati all’interno della vostra pagina. Non c’è niente di più frustante per un cliente di essere reindirizzato ad una pagina che non funziona. Esistono diversi siti e programma online che fanno in automatico questo tipo di controlli, basta avviarli ed il gioco e fatto

Le meta tags sono parole che permettono al motore di ricerca di avere una descrizione del nostro sito. In questo modo il sito capisce automaticamente cosa stiamo vendendo o fornendo e lo indicizza (lo inserisce) e lo fa comparire in tutte quelle ricerche che comprendono i meta tags. I meta tags sono veramente facili da inserire all’inteno del nostro sito e permettono di guadagnare posizioni e “popolarità” molto velocemente, assolutamente raccomandate!

Incontriamo una fantastica persona al bar, tuttavia ci dimentichiamo di chiederle il numero di telefono. Cosa facciamo? La cerchiamo immediatamente su Facebook o su Instagram. La stessa cosa deve valere per una qualsiasi azienda. E’ impensabile con i tempi che corrono non avere un profilo pubblico su un social network perché escluderemmo immediatamente una grandissima parte di clienti dalla nostra cerchia.

La presenza su un social network, oltre quindi ad essere fondamentale per la propria immagine, diventa fondamentale per aumentale la solita “popolarità” che Google utilizza per classificarci. Postare quindi direttamente il link al profilo pubblico del social network all’interno del nostro sito web ci farà salire di posizioni.
Stufi dei classici Facebook ed Instagram? Twitter, Snapchat, Pinterest, Google+, Linkedin sono solo alcuni dei social network disponibili su internet che faranno aumentare la vostra cerchia di clienti.

Il concetto è molto semplice. Se voi create qualcosa che fa presa e che interessa la gente, questo verrà linkato direttamente dai clienti senza che voi facciate niente.. insomma una vera e propria pubblicità gratuita.

Ovviamente non è tutto oro quello che luccica. Fate attenzione a non screditare completamente la vostra immagine di fronte al pubblico solo per aver qualche visualizzazione in più, potrebbe ritorcersi contro e al posto di essere reindirizzati più in alto da Google otterrete l’effetto contrario.

I motori di ricerca non leggono tutto ciò che c’è dentro il sito, ma alcune parti vengono completamente ignorate. Cosa significa? Le parti in ASP, in PHP, i codici in Javascript, le parti Flash, e le immagini non vengono utilizzate dai motori di ricerca per il vostro posizionamento. 

In parole povere? Se voi dovete vendere camice e sul vostro sito mettete solo immagini di camice senza nient’altro, nonostante probabilmente possa essere anche piacevole esteticamente una scelta del genere, sarete penalizzati da Google, che non riconoscendo le vostre immagini delle camice non farà comparire il vostro sito quando un cliente sta cercando roba da vestire.

Sempre per quanto riguarda le famose immagini già citate al punto precedente, il consiglio è quello di renderle leggermente più piccole del solito. Motivo? I frequentatori di Internet odiano qualsiasi cosa che sia lenta e ci metta tanto a caricare, se voi caricate un’immagine enorme su un sito web questo ci metterà secoli prima di completare il caricamento. Risultato? Il cliente avrà già cambiato pagine. Se invece voi caricate sul vostro sito web immagini piccoli e veloci da caricare Google vi premierà facendovi salire all’interno dei risultati ottenendo maggior visibilità.

Vorresti ottenere più risultati 🚀 🚀 dal tuo sito web ma non sai come fare? Contattami Analizzerò la tua situazione online per capire insieme a te se e come posso aiutarti.